Che cosa si può fare per mantenere le piante sane durante questo inizio periodo caldo

Ma con una stagione relativamente caldo, siamo già con il fiato sospeso per l’ultimo blocco. Come le piante rispondono a temperature relativamente elevate, senza alcun segno di gelo nelle previsioni, fiori e frutta estiva in bilico dovrebbe un congelamento arrivato al momento sbagliato.

“Questo è il punto in cui si inizia a diventare nervoso”, dice agente di estensione Rebecca McMahon della crescita delle piante in anticipo. “E ‘uno dei due sarà come 2011, dove non abbiamo avuto un congelamento dopo circa 4 marzo o come 2007, dove fa caldo precoce e le cose iniziano a crescere, e quindi il primo di aprile si ottiene un congelamento devastante. Stiamo aspettando di vedere quale versione “otteniamo nel 2016.

Le persone sono state sicuri se potare cespugli di rose o trattare le erbacce o stufato sopra impennata tulipano fogliame.

Mentre non c’è niente che possiamo fare per cambiare il tempo o la crescita delle piante lento, e non vogliamo fare qualcosa di troppo presto, quando la possibilità di un congelamento rimane, siamo in grado di contribuire a mantenere le piante sane per l’irrigazione, secondo Ward Upham di K- Stato. L’irrigazione aiutare le piante una eventuale danni da freddo.

“Quando facciamo l’acqua, abbiamo bisogno di acqua in profondità in modo che scende alle radici”, dice maestro giardiniere e rosa esperto Norma Kemp. “E penso che un sacco di persone stanno innaffiando.”

I suoni di mangiare possono ridurre quanto si mangia

I ricercatori della Brigham Young University e Colorado State University hanno scoperto che il rumore il cibo fa mentre si sta mangiando può avere un effetto significativo su quanto cibo che si mangia.

L ‘ “effetto Crunch”, come lo chiamano, suggerisce è probabile che mangiare di meno se si è più consapevoli del suono il cibo fa mentre si sta mangiando. Pertanto, guardando ad alta voce la TV o ascoltare musica ad alto volume mentre si mangia può mascherare mangiare suoni che si tengono sotto controllo.

“Per la maggior parte, i consumatori e ricercatori hanno trascurato suono cibo come un importante spunto sensoriale nel esperienza di mangiare”, ha detto il coautore dello studio Gina Mohr, un assistente professore di marketing presso CSU.

“Il suono è in genere etichettato come il senso alimentare dimenticato”, aggiunge Ryan Vecchio, assistente professore di marketing presso Marriott School of Management di BYU. “Ma se le persone sono più concentrati sul suono il cibo fa, si potrebbe ridurre il consumo.”

Per essere chiari, i ricercatori non si parla lo sfrigolio di pancetta, il crack di crème brulée o di popcorn popping. L’effetto viene dal suono della masticazione: masticare, chomping, scricchiolio.

L’anziano e Mohr ha effettuato tre esperimenti separati sugli effetti di quel “cibo salienza del suono” e ha trovato anche suggerendo la gente pensa di mangiare suoni (tramite una pubblicità) può diminuire il consumo.

Masticare odioso può aiutare a perdere peso

Sai come quando si è seduto vicino a qualcuno che mastica fastidiosamente forte, diventa improvvisamente tutto si può pensare? Beh, prendere un morso di questo: Essendo che la persona può effettivamente aiutare a perdere chili.

I ricercatori del Brigham Young e Colorado State università avevano studenti universitari mangiano i biscotti con tre diversi spunti in mente: mangiare più forte possibile, mangiare normalmente, e mangiare il più silenziosamente possibile. Dopo aver completato due esperimenti simili, ciascuno che coinvolge circa 200 partecipanti, gli autori dello studio hanno scoperto che le persone che chomped più forte mangiavano significativamente meno rispetto al resto.

Gli autori dello studio ritengono che consapevolmente essere consapevoli del cibo nelle forze bocca di mangiare di più consapevolmente, che è la chiave per davvero godendo il cibo e sapere quando hai avuto abbastanza. Lo chiamano “l’effetto crisi” (sul serio, è la metà del nome del loro studio ufficiale, pubblicato nella qualità del cibo e privilegiate).

Come rompere le cattive abitudini alimentari per una buona

Se si vuole rompere una cattiva abitudine la chiave è di sapere che cosa ha innescato, in primo luogo. Ci sono tre fasi attraverso le quali si crea un’abitudine. Il primo è lo spunto. Questo è qualcosa che fa scattare un particolare comportamento automatico.

Nei fumatori può essere avere sempre una sigaretta con il primo caffè della giornata. O può essere che quando si sente la colonna sonora del tuo programma televisivo preferito si mette automaticamente il bollitore e sistemarsi con una tazza di tè e un biscotto.

Cues vengono in molte forme, da una particolare ora del giorno per un odore. Il passo successivo è il comportamento. Questo è ciò che si fa in risposta a un segnale, per esempio ordinare una fetta di torta con il caffè.

Il terzo è la ricompensa, che associa piacere con il comportamento. Una ricompensa può essere un emozione, sentimento o di un gusto – assaporando la glassa al cioccolato, per esempio. Questo conferma nella tua mente che hai fatto la scelta giusta.

Potrebbe sembrare impossibile rompere l’abitudine se si è costantemente esposti agli stessi stimoli. Fortunatamente, è possibile modificare la risposta alla stecca.

Potrebbe non essere in grado di rimuovere un distributore automatico dal tuo ufficio – ma si può cambiare la vostra reazione ad esso. Il seguente esercizio vi aiuterà a identificare i segnali e creare nuovi inviati.

Elencare tutti gli alimenti che hanno fatto l’aumento di peso. Accanto ad ogni voce, scrivere dove e quando di solito si mangia. Riflettere sul perché si va per la stessa cosa ogni volta. Questo è lo spunto.